10 consigli per imparare a meditare

La newsletter che non ti manderà SPAM

Iscriviti e riceverai uno sconto del 10% sul tuo primo acquisto.

10 consigli per imparare a meditare

Trovi difficile disconnetterti dalla tua routine quotidiana? Lo stress e l'ansia di tutti i giorni ti sfiniscono? Non lasciare che il tuo ritmo frenetico abbia la meglio, respira profondamente e prenditi qualche minuto ogni giorno per meditare. Ti assicuriamo che ne varrà la pena e ti aiuterà a organizzare meglio il tuo tempo e le tue idee.

Per aiutarti a intraprendere questo percorso abbiamo pensato di partire da 10 consigli che ti aiuteranno a imparare a meditare e a rendere questo esercizio un’abitudine quotidiana.

1. Costruisci progressivamente la tua routine di meditazione: per la prima settimana inizia dedicando 2 minuti al giorno alla pratica. Se ti senti bene, prolunga questo tempo di 2 minuti in modo che la seconda settimana mediterai 4 minuti al giorno. L’obiettivo sarà arrivare a 10 minuti ogni giorno. Il tempo ideale per rilassarti e sentirti meglio.

2. Medita a prima mattina o a fine giornata: meditare appena svegli, senza alcuna distrazione, aiuta ad affrontare meglio la giornata. Senza dubbio si tratta del momento migliore ma in alternativa puoi optare anche per le ultime ore del giorno: in questo caso la meditazione potrà aiutarti a disconnetterti completamente da tutti i pensieri che hanno affollato la tua mente nelle ultime 24 ore. 

3. Non farti sopraffare dai pensieri e dal fatto che non riesci a pulire la mente. È molto difficile disconnettersi completamente e anche se ti concentri su di te è normale che di tanto in tanto la mente prenda il sopravvento. Quando te ne rendi conto, immagina che i tuoi pensieri siano dei palloncini e che, man a mano che appaiono, tu li scoppi con un ago immaginario. In questo modo vedrai che poco a poco i pensieri diverranno sempre meno frequenti.

4. Conta mentalmente durante le respirazioni: all’inizio, per concentrarti meglio sulla meditazione, cerca di respirare profondamente dal naso contando lentamente fino a 5 sia durante l’inspirazione che durante l’espirazione.

5. Non preoccuparti di come e dove meditare: la cosa più importante è sentirsi a proprio agio. Puoi farlo in posizione seduta o sdraiata, sul letto o per terra con un cuscino. Cerca la posizione che sia sufficientemente comoda per rilassarti, ma senza addormentarti ;) 

6. Crea un ambiente gradevole: una stanza senza rumori o con poca luce renderà la meditazione più fluida ed efficace. Cerca dunque per le tue meditazioni un ambiente in cui ci sia poco rumore, poca luce e in cui non faccia nè troppo freddo né troppo caldo. Successivamente, quando avrai raggiunto un livello più avanzato, ti renderai sicuramente conto di poter meditare in qualsiasi luogo perché svilupperai la capacità di ignorare gli stimoli esterni.

7. Impegnati davvero: se mediti un giorno o due e il giorno dopo no, probabilmente vanificherai il lavoro fatto. L’azione di meditare dev’essere un vero e proprio impegno con te stess@.

8. Lasciati aiutare: se inizialmente non sei a tuo agio con la meditazione per conto tuo, lasciati aiutare, frequenta delle lezioni di yoga e meditazione o usa un’ App che ti guidi nel processo.

9. Indossa abiti larghi e comodi: un altro aspetto importante per la meditazione è l’uso di abiti larghi e comodi che ti mettano a tuo agio, evitando le distrazioni (ad esempio il classico fastidio che ci provoca un vestito troppo stretto o che non sta al suo posto).

10. Fare sport aiuta la meditazione: le persone che praticano una qualsiasi attività fisica riescono anche a raggiungere un livello più alto di concentrazione cosa che può aiutare la meditazione. Dunque combinare la meditazione con uno stile di vita sano ti aiuterà a far emergere il meglio di te.

Infine ti consigliamo di provare questa pratica millenaria perché, come dice Jon Kabat-Zinn, creatore del programma di Riduzione dello stress basato sulla Mindfulness (MBSR), “meditare è coltivare nuove qualità e coltivare nuove forme di essere”.