Tipi di brufoli sul viso (mento, fronte e guance): cause e cure

La newsletter che non ti manderà SPAM

Iscriviti e riceverai uno sconto del 10% sul tuo primo acquisto.

Tipi di brufoli sul viso (mento, fronte e guance): cause e cure

Immagina di essere nella situazione in cui: devi andare a una festa, un matrimonio, un appuntamento e il giorno prima (ovviamente) noti un bozzetto che brilla in tutto il suo splendore al centro della tua guancia o sulla tua fronte. Cosa sarà? Un signore brufolo. Certo, non sarebbe la fine del mondo, è successo a tutti noi, ma, nonostante molti dicano che i brufoli fanno parte di noi (e non hanno tutti i torti), senza dubbio sono fastidiosi e spesso possono essere dolorosi.

Ne esistono di diversi tipi e, purtroppo, non appaiono solo durante la pubertà e l'adolescenza. Non mancano neanche i rimedi casalinghi per curare i brufoli sul viso. Alzi la mano chi almeno una volta nella vita non ha provato il discusso rimedio del dentifricio.

Per fortuna, esistono diversi prodotti specifici per mantenere la pelle priva di brufoli e accelerare la guarigione delle imperfezioni già comparse. Per risolvere questo problema, la cosa migliore è agire alla radice, ma senza schiacciarli! È una pessima idea (anche se alcuni potrebbero trovarla rilassante), come applicare strati e strati di trucco cercando di nasconderli, quando in realtà peggiorano solo la situazione.

Continua a leggere fino alla fine e scopri tutto sui brufoli:

  • Tipi di brufoli
  • Perché compaiono i brufoli sul viso?
  • Come curare i brufoli sul viso
  • Alcuni consigli per evitare la comparsa di brufoli

Tipi di brufoli

L'acne vulgaris è una malattia dermatologica, caratterizzata da numerosi "brufoli", che deve essere diagnosticata e trattata da un professionista, come spiega lo studio dell'Università di Bristol. Pertanto, in questo articolo ci concentreremo sui tipi di brufoli che, pur non essendo gravi, vogliamo tenere lontano dalla nostra pelle:

  • Comedoni e pustole (brufoli con pus): generalmente, le persone pensano ai comedoni come brufoli rossi con la punta gialla che possono contenere pus. Ma, in realtà, se hanno del pus all'interno, si tratta di pustole. I comedoni sono causati dall'occlusione dei pori e dall'accumulo di sebo (secrezione di grasso) in essi.
  • Punti neri (brufoli senza pus): sono brufoli in cui si accumulano detriti cellulari, secrezione sebacea e batteri. La sua colorazione scura si verifica perché si tratta di brufoli aperti e, di conseguenza, il grasso al suo interno si ossida, assumendo una colorazione grigio-nera.
  • Peli incarniti: vengono prodotti perché il pelo non riesce a uscire dal follicolo pilifero verso la superficie della pelle e inizia a crescere all'interno e ad arrotolarsi, formando un rigonfiamento che può anche essere doloroso. Può verificarsi dopo la depilazione.
  • Milia: quelle palline bianche intorno agli occhi si chiamano milia. Queste piccole cisti benigne di cheratina, contrariamente a quello che si può pensare, non sono grasse. La loro dimensione è in genere inferiore a 3 mm, secondo una pubblicazione del Lincoln Medical Center

Perché compaiono i brufoli su mento, fronte e guance?

Purtroppo, molte volte la presenza di brufoli o punti neri è associata ad una mancata pulizia e per questo motivo vengono utilizzati prodotti detergenti troppo aggressivi che possono danneggiare la pelle e portare alla comparsa di questi fastidiosi rigonfiamenti.

I resti di cellule della pelle, la secrezione sebacea e i batteri sono presenti in tutte le pelli.

Ora, perché alcune persone hanno maggiori probabilità di sviluppare brufoli, comedoni e punti neri rispetto ad altre? Influiscono:

  • L’alimentazione: è stato dimostrato che lo zucchero è strettamente legato al peggioramento dell'acne, poiché attiva un gene chiamato mTOR, che è sovrastimolato nelle persone con acne.
  • Alcuni medicinali (compresa la pillola contraccettiva).
  • Alcuni prodotti cosmetici: non pulire la pelle con un prodotto adatto, esfoliarla troppo e non rimuovere il trucco sono cause frequenti di brufoli.

  • SPM (sindrome premestruale): è abbastanza normale che i brufoli compaiano durante la sindrome premestruale.

  • Depilazione e rasatura: sono le principali cause dei peli incarniti.

  • La genetica

  • L'età

  • I cambiamenti ormonali

Come curare i brufoli sul viso

Quando compare un brufolo sul viso, spremerlo è l'idea peggiore. Aumenta solo il rossore, l'infiammazione e il cattivo aspetto della protuberanza, secondo un ottimo articolo dell'Istituto per la Qualità e l'Efficienza nell'Assistenza Sanitaria. Inoltre, danneggiando la pelle, possono rimanere cicatrici.

Sicuramente starai pensando “e perché molti professionisti della cosmetica o della dermatologia spremono i brufoli e i punti neri?”. La risposta è semplice: perché sanno come farlo in condizioni igieniche e con strumenti specifici.

Quindi, l'unico modo per curare i brufoli è coprirli con il trucco? No, tanto meno si tratta di mettere una base oleosa, che non farà che peggiorare il problema.

I consigli di base sono mantenere la pelle pulitautilizzare prodotti specifici per controllare punti neri e brufoli. In caso di peli incarniti, un'esfoliazione delicata della pelle consentirà ai peli di uscire e alla protuberanza di scomparire. Puoi applicare un olio essenziale di Tea Tree sul brufolo, ma attenzione, perché potrebbe bruciare la zona, quindi è sempre meglio diluirlo in una base neutra come un olio vegetale tipo quello di canapa o ancora meglio usare uno specifico prodotto per i brufoli a base di Tea Tree Oil.

Nei casi più gravi, dovresti andare da un professionista.

Alcuni consigli per evitare la comparsa di brufoli

Se tendi a sviluppare brufoli, comedoni, punti neri o milia, dai un'occhiata ai seguenti suggerimenti per la cura della pelle:

  • Cura l'alimentazione. Tutti dovrebbero curare la propria alimentazione, ma chi presenta una pelle acneica dovrebbe probabilmente stare ancora più attento a evitare zuccheri e cibi che causano infiammazione. Il modo migliore per raggiungere questo obiettivo è rivolgersi a un professionista con conoscenze nel campo.

  • Pulisci la tua pelle con un prodotto delicato e adatto alla pelle del tuo viso, due volte al giorno. È indispensabile pulire la pelle prima di andare a letto.

  • Mai e poi mai andare a dormire con il trucco.

  • Evita di schiacciare o spremere i brufoli.

  • Evita il trucco con una consistenza grassa.

  • Rivolgiti a un professionista che ti guidi nella cura della tua pelle.

  • Esfolia delicatamente la pelle. Esfolianti e detergenti aggressivi distruggono la barriera cutanea e favoriscono l'accumulo di batteri e sebo nei pori.

  • Completa la tua routine con un integratore: gli integratori alimentari a base di zinco o di ingredienti antinfiammatori che aiutano a mantenere e ristabilire la barriera cutanea come gli Omega 3 che sono presenti, oltre che nel pesce azzurro, in alcuni oli vegetali come canapa o noce sarebbero un'ottima scelta. Un altro ingrediente, famoso per il suo effetto antiossidante, ma solitamente non correlato alla sua azione antiacne, è il resveratrolo. Si è scoperto che il resveratrolo aiuta a inibire l'azione del gene mTOR di cui abbiamo parlato prima e quello che è strettamente correlato all'insorgenza dell'acne. Troverai tutto questo e molto altro nel nostro Green Boost Skin Complex che combina il potere antinfiammatorio dell'olio di semi di canapa con quello seboregolatore, idratante e antiossidante del resveratrolo, del coenzima q10, della vitamina E e dell'acido ialuronico.

Non dimenticare che per ottenere buoni risultati e notare i cambiamenti devi essere costante nella cura della tua pelle e avere pazienza. I risultati non saranno immediati, ma varrà sicuramente la pena aspettare!