Stanchezza e affaticamento: cosa prendere e cosa fare?

La newsletter che non ti manderà SPAM

Iscriviti e riceverai uno sconto del 10% sul tuo primo acquisto.

Stanchezza e affaticamento: cosa prendere e cosa fare?

Hai presente quella sensazione di non essere in grado di affrontare la vita, di avere problemi perfino ad aprire gli occhi al mattino, di voler mandare tutto a quel paese e buttarti solo sul divano a pensare a... niente? E se questa sensazione si ripete giorno dopo giorno? Sembra davvero una cosa angosciante. In effetti, abbiamo iniziato a sentirci un po' giù solo a parlarne.

Non preoccuparti, non sei l'unico a soffrire di questi episodi di esaurimento fisico e mentale. In effetti, è più comune di quanto si possa pensare. Il servizio sanitario nazionale britannico gli ha persino dato un nome: TATT ovvero tired all the time - sempre stanco. Così la prossima volta che non ti va di uscire con gli amici puoi dirgli che "hai di nuovo il TATT". Suona meglio di dire che sei stanco della vita, no?

E perché ci succede?

Beh, prima di tutto, si dovrebbe, come sempre, cercare la ragione di questo malessere. Sentirsi stanchi e persino scoraggiati dopo una dura giornata di lavoro o una brutta nottata è del tutto normale. Quello che non è normale è che questo sia uno stato fisico e mentale perenne

Non è detto che si tratti di un problema medico, ma se hai dei dubbi, è sempre meglio verificare con uno specialista.


Nella maggior parte dei casi, la stanchezza e l'affaticamento sono frutto delle cattive abitudini e del ritmo di vita completamente sfrenato che conduciamo.

Quindi ecco come si può invertire la rotta e godersi la vita al massimo.

5 MINUTI IN MENO, NON 5 MINUTI IN PIÙ

I 5 minuti in più alla sveglia sono come una droga. Nel momento in cui premi quel pulsante è come se pensassi che quei 5 minuti ti faranno recuperare tutto quello che non hai dormito negli ultimi 5 anni. Ma quando ti alzi e ti rendi conto che non hai nemmeno il tempo di bere un caffè capisci che concederti quei 5 minuti in più (che, siamo onesti, molte volte sono più di 5) è stato il primo errore della giornata, un errore che ti ha provocato stress e che ti ha messo di cattivo umore. Quindi, inizia a svegliarti 5 minuti prima e, perché no, sposta in avanti l'orologio: vedrai che riuscirai a goderti con tranquillità l'inizio della giornata.

via GIPHY

FAI SEMPRE COLAZIONE

Siamo certi che quando sei in vacanza non salti mai la colazione e che questo ti fa sentire benissimo. Bene, fai sempre come quando sei in vacanza e dedica il giusto tempo a una sana colazione che ti riempia d'energia, ricca in proteine e grassi buoni. Ad esempio puoi scegliere un toast di pane integrale o di farina di castagne e riso con prosciutto, avocado e un filo d'olio d'oliva. Oppure puoi prepararti dei pancakes con 2 uova, 2 cucchiai di farina di cocco, 1 cucchiaio di GHEE (se proprio non puoi fare a meno del dolce puoi aggiungere 1 cucchiaio di zucchero di cocco nell'impasto) e accompagnare con frutti rossi.


Evita i carboidrati trasformati e gli zuccheri raffinati (come i dolci e le bevande al cacao zuccherate) che ti daranno un picco di zuccheri e un falso senso di energia, che si esaurirà in pochissimo tempo.

MUOVITI: BALLA, CAMMINA, CORRI, SALTA

Molte volte non facciamo sport perché siamo troppo pigri per andare in palestra, ma si può fare sport in molti altri modi e rilasciare endorfine allo stesso modo. Correre nel parco (l'aria fresca fa sempre bene), camminare a passo svelto, ballare (ballare è una delle opzioni che oltre a tenerti in forma ti mette di buon umore) e naturalmente, se ti piace puoi andare in palestra. Insomma, fare sport ti aiuterà a scaricare la fatica mentale e, anche se ti sembrerà strano, la stanchezza. Ti sentirai più energico e il tuo umore migliorerà.

 

via GIPHY

TURN OFF THE LIGHTS E ... DORMI

Oltre le 7-8 ore di sonno che dovresti dormire, cerca di non portarti il cellulare in camera da letto (anche se ti costa molto).

Diversi studi scientifici, come quello dell'Università del Connecticut, hanno dimostrato che la luce blu (emessa da telefoni cellulari, computer e tablet) provoca un'eccitazione nel cervello, che può interrompere i cicli naturali del sonno, portando anche all'insonnia cronica.

Questo succede perché la luce blu sveglia le cellule gangliari, Facendo credere al cervello che sia giorno. Ti è mai capitato di ricevere una mail proprio mentre stavi per addormentarti e dopo averla letta il sonno è svanito come per magia, facendoti svegliare completamente? Puoi ringraziare la luce blu... è quella che ha rovinato il tuo riposo e che ti ha offerto un risveglio ancora peggiore

BEVI!

È preferibile optare per acqua o tisane invece che succhi di frutta, poiché questi contengono una grande quantità di zucchero che provoca una carica d'energia, seguita da un calo che ti lascia peggio di prima. Puoi anche optare per un frullato e in questo modo assumerai anche fibra. Mantenere una buona idratazione è fondamentale per le prestazioni fisiche e mentali. Infatti, la disidratazione è una delle ragioni principali della stanchezza mentale. Quindi non fare mai a meno della tua bottiglia d'acqua o della tua tisana preferita.

ALIMENTAZIONE E IG (NO, NON PARLIAMO DI INSTAGRAM, MA DELL' INDICE GLICEMICO)

Naturalmente, l'alimentazione è uno dei pilastri del benessere. E oltre ad evitare gli alimenti trasformati e lo zucchero raffinato per mantenere buoni livelli di energia, dobbiamo prendere in considerazione l'indice glicemico del cibo che mangiamo

 

via GIPHY

Cos'è l'indice glicemico o IG? Si usa per misurare quanto velocemente i carboidrati di un certo alimento passano nel sangue come glucosio dopo essere stati digeriti. A seconda di quanto velocemente avviene questo processo, i picchi di zucchero saranno più o meno alti. 

La scala di misurazione dell'IG va da 0 a 110.

Gli alimenti ad alto IG sono generalmente i succhi di frutta, gli alimenti trasformati, i dolci, le bevande analcoliche, le farine raffinate, tra gli altri, e hanno un indice compreso tra 70 e 110

Tra gli alimenti a medio IG possiamo trovare alcuni frutti e verdure come mirtilli, castagne, uva, banane, e grano saraceno e si trovano nell'intervallo di misura tra 56 e 69

E gli alimenti a basso IG sono quelli che coprono la scala tra 0 e 55, sono quelli che alzano lo zucchero nel sangue lentamente e tra questi ci sono cereali integrali, fibre, legumi, proteine, grassi buoni e alcune verdure e frutti come melograno, prugne e bietole.

via GIPHY

Mangiare cibi ad alto indice glicemico può trasformare la tua giornata in una montagna russa fisica e mentale, poiché  questi producono una scarica di zuccheri nel sangue causando una sensazione di energia che ti fa sentire come se potessi fare qualsiasi cosa. Hai così tanta energia da non sapere cosa fartene, così tanta prontezza mentale che pensi di stare per scoprire la verità sulla Teoria del Big Bang, ma poi arriva la delusione. Quando lo zucchero smette di fare la sua magia e  di farti provare quella falsa euforia, il tuo spirito cala, la tua energia crolla, ti senti stanco, affaticato e di pessimo umore.

Quindi bisogna mangiare solo cibi a basso indice glicemico? Non proprio. Bisogna mangiare bene, includendo nella propria alimentazione carboidrati di buona qualità, proteine e grassi sani.

L'ideale sarebbe combinare cibi a medio IG e basso IG, riducendo invece quelli ad alto IG, in modo da mantenere costante l'indice glicemico durante tutta la giornata ed evitare l'effetto montagne russe fisico-emotive.

Quindi, per esempio, puoi abbinare alla carne o al pesce un piatto di verdure cotte o fresche, condite con olio di cocco, olio EVO o semi di zucca.

A metà mattina o a metà pomeriggio puoi mangiare un frutta e frutta secca come mandorle o noci. In questo modo non solo manterrai buoni livelli di energia, ma terrai anche l'appetito sotto controllo.

SESSO, ENDORFINE E FELICITÀ

Il sesso è uno dei primi ad essere colpito dalla mancanza di energia e dall'apatia generale. Allo stesso tempo però è anche vero che vivere bei momenti aiuta a generare endorfine, i cosiddetti "ormoni della felicità". E cosa succede quando ci sentiamo felici? Beh, possiamo gestire tutto. Quindi, prendendoci cura delle nostre abitudini miglioreremo i livelli di energia e riusciremo a divertirci sul serio. Non bisogna dimenticare che si può anche godere da soli, l'importante è rilassarsi e produrre endorfine.

UN BOOST NATURALE DI PIANTE, VITAMINE E MINERALI

Oltre a tutto quello che ti abbiamo già detto, chiedere aiuto alla natura è sempre una buona idea. Le piante sono state usate per secoli nei momenti di depressione fisica, emotiva e mentale. Oltre a loro, anche le vitamine e i minerali giocano un ruolo importante nel nostro benessere.

Maca: il tonico energetico per eccellenza. È un tubero andino, molto apprezzato dagli Incas per le sue proprietà rivitalizzanti. Aiuta ad aumentare la resistenza fisica e allo stesso tempo riduce la sensazione di fatica e di stress, promuovendo il buon umore. Lo puoi trovare nel nostro Viboost Tribulus+Maca, l'integratore boost energy maschile

Ashwagandha: è una delle piante più importanti nella medicina ayurvedica. È stato usato per migliaia di anni per le sue proprietà energizzanti, la sua capacità di alleviare la fatica, lo stress e migliorare la concentrazione. È presente nel nostro favoloso Aphrodite Sensation, l'integratore di benessere femminile per eccellenza per conquistare la giornata con le pile ricaricate al massimo.

Tribolo: è un'altra pianta con eccellenti proprietà per il benessere fisico. Contiene saponine che combinate con i flavonoidi aiutano a migliorare la vitalità, l'energia e l'umore, riducendo la fatica.

Caffeina: il caffè è probabilmente una delle bevande più consumate al mondo. In momenti di mancanza di energia è la pozione magica per molti. La caffeina è un alcaloide proveniente da estratti di piante che aiuta a ridurre la fatica e a migliorare la resistenza fisica. Tuttavia, bisogna fare attenzione alla quantità di caffeina ingerita, poiché, se si è ipersensibili alla caffeina o se si supera la quantità di consumo giornaliero, invece di rivitalizzarci, può eccitarci eccessivamente.

 

via GIPHY

Rodiola: una pianta molto apprezzata dagli atleti sovietici che l'hanno incorporata nella loro routine fin dagli anni '60. Aiuta ad aumentare le prestazioni fisiche e mentali e anche a regolare i livelli di serotonina e dopamina, riducendo lo stress, l'ansia o la fatica.

Vitamina C: è una delle vitamine più consumate nei momenti di stanchezza e fatica È presente in molti alimenti quotidiani come gli agrumi e i peperoni rossi e verdi, tra gli altri. 

In conclusione possiamo solo dire che a tutti noi è capitato prima o poi di sperimentare la fatica e la stanchezza e di avere l'energia e l'umore ai minimi storici. Però essere ossessionati dall'idea di dover essere sempre al top può renderci ancora più stanchi. Quindi, di tanto in tanto, lascia che la tua mente si svuoti, riposa, fai un respiro profondo, prenditi cura di te stesso e vivi la vita.